Diario di viaggio in Vietnam (fai da te) dal 22 giugno al 07 luglio 2019 

PARTE I (dal 22 al 29 giugno 2019)
Guarda anche la PARTE II (dal 30 giugno al 07 luglio 2019)

Il viaggio fai da te studiato nei dettagli con volo prenotato solo un mese prima di partire.
Siamo una famiglia di tre persone: Silvio (medico), Anna (insegnante) e bimba di tre anni.
Il viaggio è durato 17 gg e ci ha permesso di visitare luoghi caratteristici del Vietnam: Hanoi, la Baia di Halong…

Volo: Emirates (Roma-Dubai-Hanoi; Hanoi-Dubai-Roma) prenotato 1 mese prima di partire (costo : 1600 euro), preferire voli con tratte notturne per consentire un rapido recupero del fuso orario.

Treno: Ninh Binh-Huè A-R prenotato da casa on line con cuccette soft bed.

Taxi prenotati al momento.

Hotel
prenotati on line prevalentemente su Booking.

Assicurazione sanitaria: è indispensabile farla per poter usufruire, in caso di esigenza, di cliniche private che altrimenti sarebbero costosissime. Ce ne sono diverse: europa-assistance, allianz-assistance,
ecc…(costo 300 euro per 18gg).

Visto: da fare solo se si soggiorna per più di 15gg. Noi lo abbiamo richiesto on line sul sito Vietnam Evisa, ed è arrivato sull’e-mail fornita in meno di 48 ore.

Vaccinazioni: non obbligatorie, noi non ne abbiamo fatte e consiglio da medico di non farne, abbiamo spesso utilizzati repellenti in quanto preoccupati per la dengue che è presente in alcune aree
del Paese, ma noi, nonostante la forte umidità, non abbiamo trovato zanzare.

Cambio: da fare all’aereoporto o anche in molti hotel. Noi abbiamo preferito cambiare i soldi in aereoporto (25 Dong = 1 euro).

Operatore telefonico: scheda SIM da comprare in aereoporto, a basso costo, da far montare dal venditore (Vinaphone, Viettel, Mobifone). Noi avevamo Vinaphone e prendeva praticamente ovunque.

Cibo per la bimba: non abbiamo trovato problemi, quasi ovunque abbiamo trovato come primo bolognese e piatti di riso simili ai nostri e per secondo carne, pollo o pesce con patatine, poi cocco e
altra frutta e gelati. Acqua naturalmente sigillata.

Farmaci da portare: in qualsiasi viaggio esotico, almeno per i bambini, consiglio di portare alcuni farmaci di primo approccio: un antibiotico (tipo Zimox o Cefixoral), un antipiretico (tipo Tachipirina e
Nurofen), un cortisonico (bentelan fl e a cp), cerotti e garza, un antidiarroico (Diosmectal), probiotici (Diclofor), oltre che naturalmente i farmaci di eventuali patologie di cui si soffre.

Lingua: non è stato un problem; l’inglese è spesso parlato, in caso di difficoltà la maggior parte dei tassisti e delle persone che hanno a che fare con i turisti, utilizza traduzione tramite google sui cellulari.

Clima: soleggiato e caldo umido, più piovoso ad Hanoi e Huè.

Il Diario di viaggio in Vietnam giorno per giorno

22 giugno: Il volo di andata

Volo con Emirates che è un’ottima compagnia con buono spazio, tanti intrattenimenti utilissimi per chi ha bimbi e con discreti i pasti… poi essendo gli aerei molti capienti, soprattutto l’A380, rimangono spesso posti liberi utilizzabili per stendersi un poco;.

23 giugno: Arrivo e sistemazione in hotel

Arrivo ad Hanoi di pomeriggio (ore 15), taxi fino all’hotel in centro (durata circa 45 minuti). Il nostro Hotel è il Golden Holiday Hanoi Hotel dove ci fermeremo due notti.

24 giugno: la visita al tempio Van Mieu

Giornata variabile con qualche pioggia, dopo colazione ci facciamo accompagnare da un taxi al Tempio della Letteratura (Van Mieu), raro esempio di architettura tradizionale vietnamita, costruito per
volere dell’imperatore Ly Thanh Tong nel 1076 in onore di Confucio e sede della prima università del Vietnam.
Il complesso del Tempio è formato da 5 cortili delimitati da mura di cinta e contiene giardini e templi arricchiti da bonzai e piante da fiori. Il bellissimo ingresso o Grande Portico separa i primi due cortili che consistono in due meravigliosi giardini, La Grande Porta di Mezzo immette nel terzo cortile, un oasi verde con uno specchio d’acqua centrale e due porticati simmetrici ai lati che ospitano le stele di tartaruga, lastre di pietra sorrette da tartarughe, simbolo di longevità, ove venivano incisi i nomi degli universitari migliori. Una splendida porta-tempio di legno separa il quarto cortile (Khue Van Coc) dal quinto ed immette nell’area dello splendido tempio della Grande Casa delle Cerimonie con la stanza Bai Duong dedicata a Confucio. Il Tempio della Letteratura ha un costo irrisorio ed è aperto dalle 8.00 alle 17.00.
Dopo la visita di circa 2/3 ore ci facciamo accompagnare nell’area della cattedrale di San Giuseppe, a 200 metri dal lago Hoan Kiem. La cattedrale, in stile neogotico, costruita dai francesi nel 1886, si trova in un angolo di Hanoi particolarmente caratteristico e più tranquillo. Pranziamo al Cafè Restaurant La Place, ottimo locale con balcone affacciato sulla piazza della Cattedrale dove facciamo conoscenza con il Pho e con il caffè all’uovo, entrambi buonissimi. Giro per negozietti artigianali, sosta all’hotel per qualche ora, cena all’aperto al ristorante Thuy Ta Cafè affacciato sul lago Hoan Kiem.

25 giugno: Un’incantevole gita in barca da crociera nella baia di Halong

Trasferimento alla Baia di Halong con minivan (Hanoi-Halong Bay 3 ore-174 km) messo a disposizione dalla Viola Cruise, un’imbarcazione in legno da crociera prenotata on-line su cui rimaniamo per tre notti in camera con balcone. La crociera inizia con il benvenuto, il pranzo, continua con il party al tramonto a base di vino rosso, frutta e dolcetti, e con la cena e si snoda tra le migliaia di isolette carsiche che rendono questo paesaggio come uno dei più suggestivi sulla Terra.
Negli intermezzi visitiamo il Bai Tu Long Bay, il fishing village, la pearl farm.

26 giugno: La baia di Halong in Kayak  

Giornata limpida con forte sole; dopo colazione, la nave si inoltra in angoli della baia sempre più spettacolari e fotogenici; ci trasferiamo su altra barca ove ci mettono a disposizione barchette per
kayaking, su cui dopo un pò di incertezza, insieme alla bimba ci assestiamo. Raggiungiamo con facilità un’ampia grotta poi una bellissima spiaggia su altro isolotto con relativo tuffo in mare limpido; dopo pranzo ci riaccompagnano sulla Viola Cruise dove si ripetono party serale e cena.

27 giugno: Un giro in bici alla riserva naturale di Van Long

La giornata è limpida con forte sole; dopo colazione visitiamo la splendida grotta di Thien Canh Son Cave, pranzo leggero e trasferimento al porto dove prendiamo subito taxi per Ninh Binh (Halong Bay-
Ninh Binh 3 ore -219 km- circa 55 euro). Esistono anche mezzi alternativi e molto più economici come l’autobus o il treno, ma la presenza di una bimba ha condizionato e condizionerà spesso la scelta per la
soluzione più comoda.
Arrivo all’Emeralda Resort che è uno splendido Resort in stile antico vietnamita, immerso nella natura, con costi superiori alla media, ma sicuramente tra i posti più belli e i più curati di quelli incontrati in Vietnam, dove resteremo una sola notte. Visitiamo i giardini immensi della struttura, i laghetti, i ristoranti, le piscine dove approfittiamo per bagno rigenerante. Visita con bici alla vicinissima riserva naturale di Van Long  (5 minuti dal resort). e nei vicoletti del paese ove ci accorgiamo che le case seppur modeste hanno sempre accesso a laghetti e fumiciattoli, e la gente si mostra gentile ed allo stesso tempo riservata. La riserva di Van Long, è una zona paludosa di una bellezza indescrivibile, un dipinto dai riflessi unici, da contemplare in solitudine condividendolo
magari con pochi fortunati in un silenzio rigenerante. Cena e dopo cena al resort.

28 giugno: Arrivo a Tam Coc 

Un’altra giornata di sole a picco, taxi per Trang An distante circa 20 minuti, sito naturalistico di estrema bellezza, ove è possibile fare escursione in barca. Scegliamo il primo (il più classico) dei tre giri proposti, attraversando su fiumi placidi, scenari incorniciati da alte montagne di roccia carsica, foreste, grotte, templi e stagni di fiori di loto. Indispensabili cappellini ed ombrellino per il sole. Per ovviare al caldo torrido, c’è sempre la possibilità di comprare acqua e gelati ad ogni fermata. Il giro dura circa 3 ore e la bimba si è mostrata tranquilla e divertita ad aiutare a remare. Terminata l’escursione, torniamo col taxi all’Emeralda per mangiare e per recuperare i bagagli, poi dopo una breve sosta alla riserva di Van Long dove fotografiamo le scene di un matrimonio, torniamo in taxi in direzione Tam Coc distante 30 minuti (24 km) dove raggiungiamo il Tam Coc Bungalow Homestay, buon alloggio-ristorante affacciato sul fiume, situato a pochi passi dall’ingresso per l’escursione con la barca e dove alloggiamo per due giorni. Tam Coc è un piccolo paese immerso nella natura, molto animato e pieno di ristoranti e negozietti. Ottima cena al Sun Flower Restaurant.

29 giugno: Tour delle pagode a Tam Coc 


E’ una giornata di sole senza nuvole, dopo colazione, facciamo escursione del sito naturalistico di Tam Coc con caratteristica barca a remi (sampan) con imbarco dal vicinissimo Molo di Van Lam. Tam Coc, che significa tre grotte, è una zona del Vietnam bagnata dal fiume Dong Ong che corre tra risaie, formazioni rocciose carsiche e caverne calcaree; .il percorso è suggestivo ma sicuramente meno spettacolare rispetto a Trang An e con una durata di visita inferiore (circa 1 h – 1,30 min.).
Dopo la visita, prendiamo un taxi per il vicino Parco di Mua Caves (Hang Mua) distante 2,5 km, dove ci attende un magnifico parco e una scala di pietra di circa 400 gradini ascendente alla pagoda di Hang Mua. Moglie e figlia attendono nel suggestivo parco sottostante ove sono presenti ristoranti, bar, homestay, altalene, panchine, un percorso con alberi, lanterne, una cascatella e templi in legno. L’ascesa risulta particolarmente faticosa, dato anche il clima torrido, ma il panorama sulla cima che si apre sulle colline, sul fiume e sulle risaie circostanti è realmente mozzafiato. Fortunatamente, lungo il tragitto, c’è sempre qualche chioschetto che vende bevande e che offre qualche sedia all’ombra per riposarsi.
Dopo Mua Caves ci dirigiamo alla magnifica Bich Dong Pagoda con taxi (7 km – 15 min). I prezzi dei taxi sono irrisori, tuttavia questi spostamenti possono essere effettuati anche con motorino o bici preferiti dalla maggior parte dei turisti. Bich Dong Pagoda, costruita da due monaci agli inizi del 18° secolo, è un connubio armonioso di antiche pagode con tetti a croce, grotte naturali, maestose montagne ricoperte da fitta foresta. La struttura presenta un ingresso da cartolina con un ponte in pietra circondato da un lago coperto di fiori di loto che termina alla base di un’antica porta di pietra che si incastona tra rocce e foresta; all’interno si possono ammirare tre pagode situate su diversi livelli collegati da scalinate: Ha Pagoda (inferiore), Trung Pagoda (media) e Thuong Pagoda (superiore), alcune tombe e grotte con pipistrelli. Cena in ristorante al centro di Tam Coc.